Potatura e brunch

Lombardia

Montecalvo Versiggia, Pavia

}

dalle 10:30 alle 14:30

10 posti

Z

Brunch con prodotti locali

Calatroni Vini

Buono regalo per Natale

  • Selezionare la data del 25.12.2021
  • Il buono regalo avrà validità per tutto l’anno 2022
  • Al momento della prenotazione, usare la scheda ‘informazioni aggiuntive’ per indicare il nome del destinatario e un eventuale messaggio. Ti manderemo il buono regalo in formato pdf, che potrai stampare e consegnare di persona o via email
  • Per la scelta della data, il destinatario potrà mandare un email a info@agriexperience.it
 

Descrizione dell’esperienza

  • Domenica mattina di fine gennaio
  • Attività di potatura con il viticoltore per provare la vera vita di campagna
  • Visita cantina
  • Brunch abbinato ai vini

Informazioni pratiche

  • Adulti: 42 euro
  • Una domenica di fine Gennaio. La data definitiva verrà annunciata presto
  • L’esperienza è prenotabile fino a 48h prima dal suo svolgimento
  • Cancellazione gratuita fino a 2 giorni prima dell’esperienza
  • Green Pass necessario

Chi vi accoglierà

L’azienda Calatroni è un’azienda a conduzione familiare, che va avanti da generazioni. Vi accoglierà Stefano in questa fantastica esperienza

Calatroni Vini Host

L’azienda

Invece di raccontarvi la storia di questa azienda “BIO” che produce nel pieno rispetto del territorio, vogliamo raccontarvi la storia di questa famiglia che con tenacia sta portando alto il nome dell’Oltrepò Pavese.

“L’undici novembre del 1964 Luigi Calatroni era seduto a un tavolo: di fronte a lui un foglio con il timbro del comune di Montecalvo Versiggia, un documento che avrebbe cambiato per sempre la sua vita e che aspettava solo una firma… la sua!

Quel foglio era un contratto che attestava il passaggio di proprietà dei terreni della Casa Bella dalla famiglia Vecchietti a Luigi. Fino al 1964, Luigi aveva coltivato quelle vigne di pinot nero da mezzadro, come le quattro generazioni che lo avevano preceduto. Il mezzadro era un viticoltore che pagava l’affitto del terreno con la metà della resa del vigneto (e si sa: per un viticoltore le proprie uve sono come figli).Dopo anni passati sotto il sole e la pioggia a curare la vigna, dopo la terribile campagna di Russia combattuta durante la Seconda Guerra Mondiale e un avventuroso ritorno in patria con mezzi di fortuna, il Vigiö d’la Cà Bela (cosi lo chiamavano) ce l’aveva fatta: aveva conquistato un lembo di terra in valle Versa e l’avrebbe tramandato con orgoglio alla generazione successiva.

Ma passiamo ai nostri giorni. Quante cose sono cambiate negli anni: i trattori sono macchine quasi perfette, la tecnologia in cantina si è evoluta e il concetto di vino non è più quello di una volta. È mezzogiorno e dalla cucina proviene un profumo di agnolotti appena preparati: Marisa chiama tutti a rapporto… “È ora di pranzo!”. Fausto scende dal trattore controllando bene che il tubo non perda olio, Cristian esce dalla cantina dopo essersi assicurato che tutte le botti siano a posto e Stefano, tornato dalle consegne, chiama le ragazze in ufficio “È pronto!”.

Una famiglia si ritrova seduta a un tavolo davanti a un piatto di agnolotti fumanti accompagnati da una bottiglia di Pinot Nero. Tra il vociare della tavola un pensiero ogni tanto riaffiora… Tutto ciò sarebbe stato possibile se la tenacia di Vigiö non lo avesse spinto a coronare il suo sogno?”

Via Canova, 7, 27047 Santa Maria della versa PV

Recensioni

Recensioni

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.